Manoscritto di Bruno G. Lonati, riassunto del libro: QUEL 28 APRILE
Manoscritto originale in possesso al proprietario di questo sito

- Dopo il 25 aprile, i miei superiori erano spariti, si stavano dedicando alla politica, ci fu un po' di disordine, non nella mia brigata.
Rividi
però John un agente segreto inglese che avevo conosciuto da qualche mese al Comando Raggruppamento Brigata Milano e Provincia.
Mi disse che avrei dovuto aiutarlo a catturare Mussolini.
Ero giovane e pieno di vita, non me lo feci ripetere due volte.
Chiamai tre partigiani fidati, Bruno,Gino e Lino.
Con un
a vecchia vettura Fiat 1100 che disponevamo, tutti e cinque nel pomeriggio del 27 Aprile partimmo, diretti a Como.
- Ci fermammo in una villa di Brunate ove arrivò Franco, un agente di John.
Compresi la rete informativa alla quale John era
collegato
Partimmo alle 8.30, era il 28 Aprile. Franco tornò prima.
Mussolini - ci disse che stava tra Bonzanico e Mezzegra.
Ci comunicò anche che lungo la strada avremmo incontrato una persona che ci avrebbe dato le condizioni per arrivare dove stava Mussolini.
Un gruppo di partigiani sbandati ci fermò.
Pensavano che fossimo dei fascisti in fuga.
Ci fu una brutta scaramuccia ed il partigiano Lino, venne tragicamente ucciso.Proseguimmo e incontrammo l'informatore (l'alpino) che ci comunicò ove si trovava Mussolini in quel momento.
- Verso le 10.30 arrivammo a Giulino d Mezzegra e come ci dissero davanti alla casa De Maria.
In cortile tre partigiani armati erano di guardia. Con uno stratagemma riuscimmo a disarmarli.
Salimmo per una scala esterna che conduceva al primo piano dove si trovavano Mussolini e la Petacci.
- Dobbiamo passarli per le armi, sanno troppo disse John.
Risposi che di lui mi sarei occupato io, ma di lei, no.
John replicò che avrebbe pensato lui alla Petacci, e così fu.
Il 28 Aprile poco dopo le 11, era tutto finito.
Una raffica del mio Sten, uccise Mussolini e John pensò a Claretta.
Tutta la missione durò quasi 20 ore.
A Milano John disse: Stiamo zitti, almeno per 35 anni,
Poi le nostre strade si separarono e la parola fu mantenuta.
BRESCIA 1 maggio 2011

Bruno G. Lonati

indietro

home